Ricette light

Chiacchiere di Carnevale Light

Per non giocare brutti scherzi alla linea

Le chiacchiere sono il dolce tradizionale di Carnevale per eccellenza, ma non devono essere necessariamente fritte! È possibile realizzare queste friabili bontà in maniera più ‘’light’’, semplicemente cuocendole al forno (o in friggitrice ad aria) invece che friggerle con l’olio, e magari diminuendo leggermente le quantità degli ingredienti. La soluzione perfetta (e meno calorica!) per un Carnevale con un occhio alla linea.

Ecco la proposta di Pesoforma!

A dieta a Carnevale? È possibile! Scoprite come!

Procedimento:

Chiacchiere light: la ricetta

In una ciotola capiente, setacciate la farina e aggiungete il lievito per dolci. Quindi mescolate.

Ora aggiungete il burro fuso, il latte, lo zucchero a velo, il vino bianco, la grappa e i tuorli d’uovo. Continuate a mescolare fino a ottenere un impasto omogeneo.

Aggiungete la scorza di limone grattugiata e una piccola quantità di sale per bilanciare i sapori. Poi continuate a mescolare.

Lavorate quindi l’impasto su una superficie infarinata, fino ad ottenere una consistenza elastica e non appiccicosa. Fate riposare il tutto per circa 30 minuti a temperatura ambiente.

A questo punto, dividete l’impasto in piccole palline e stendetele con un mattarello fino a ottenere una sfoglia sottile di circa 1 millimetro.

Con una rotella dentellata, tagliate la sfoglia in strisce o rettangoli, ricreando così la classica forma delle chiacchiere.

Ora disponete le chiacchiere su una teglia foderata con carta da forno.

Infornate in forno preriscaldato a 180°C per circa 15-20 minuti, o fino a quando le chiacchiere non saranno dorate.

In alternativa, potete utilizzare la friggitrice ad aria: disponete le frappe 4-5 alla volta nel cestello evitando di sovrapporle, poi cuocetele a 200° per 4-5 minuti. 

Una volta cotte con uno dei due metodi a vostra scelta, lasciatele raffreddare completamente, prima di spolverizzarle con zucchero a velo.

Buon appetito e Buon Carnevale a tutti da Pesoforma!

Una curiosità in più!

Non avevate intuito subito di che dolce stessimo parlando? Probabilmente perché nella vostra regione d’origine questo piatto è chiamato con un nome diverso: Frappe, Sfrappole, Bugie, Galani o, appunto, Chiacchiere

Anche dietro al termine ‘’chiacchiere’’, quello più comune, si cela una storia curiosa: durante una chiacchierata con alcuni ospiti, la Regina Margherita di Savoia chiese un dolce al cuoco di corte, che preparò queste frittelle, e le servì con il nome di “chiacchiere”.

ico-cal Calorie

60 Kcal per chiacchiera

Tempo di preparazione

60 min. circa

ico-ingredienti Ingredienti per 40 porzioni

  • 500 g farina di frumento tipo 00
  • 140 g latte parzialmente scremato
  • 50 g burro fuso
  • 50 g zucchero a velo
  • 20 g vino bianco secco
  • 20 g grappa bianca
  • 6 g lievito per dolci
  • 2 tuorli
  • limone
  • sale
Iscriviti alla newsletter