side-area-logo
Le nuove farine che fanno bene!

Senza glutine, ricche di proteine e nutrienti importanti, provengono da frutta, frutta secca, legumi e ortaggi.

fagioli-ceci-lenticchie-barattoli

Le farine alternative, ormai, sono sempre più diffuse. Reperibili anche nella grande distribuzione, sono perfette per i celiaci, un toccasana per gli sportivi, ideali per chi segue un regime alimentare di tipo vegetariano e vegano.

Esistono diversi tipi di farine alternative, le più comuni sono sicuramente quelle ricavate dalla macinazione di legumi e frutta secca, ma sono sempre più usate anche quelle di ortaggi, frutta e semi. Ma cerchiamo di capire più nel dettaglio cosa le differenzia e in che modo possono esserci utili.

Farine di legumi

Sono ormai reperibili in tutti i supermercati, tant’è che oggi vengono ampiamente utilizzate anche da grandi brand per la produzione di pasta secca. Farina di fave, piselli, ceci, lenticchie, fagioli, lupini , soia.

Prive di glutine, il loro Plus è senza dubbio il fatto che non contengano neppure cereali e presentino pertanto un basso indice glicemico. Ricche di proteine di origine vegetale sono molto apprezzate da chi pratica attività fisica e indicate per chi segue un regime alimentare vegetariano o vegano.

Ottime anche per la preparazione di burger, polpette vegetali, oltre che per pane e focacce.

Farine di frutta secca o di semi oleaginosi

Impiegate principalmente per la preparazione di dolci, focacce o per arricchire frullati e shake, queste farine sono amiche del cuore perché ricche di acidi grassi essenziali e antiossidanti. Contengono anche Omega 3vitamina E e flavonoidi che aiutano a mantenere elastiche le pareti dei vasi sanguigni e giovani le arterie. Attenzione però alla farina di pistacchi, anacardi e mandorle che, rispetto a quelle di noci e nocciole, hanno livelli di Omega 6 più alti, pertanto è importante non abusarne.

Farine di ortaggi

Non facilmente reperibili in commercio, sono ideali per la preparazione di pane, focacce e pasta secca. Il loro utilizzo spesso comporta una miscelazione con la farina di grano duro. La caratteristica che le rende più apprezzate in cucina è sicuramente il fatto che conferiscano colore a ciascuna preparazione per cui vengano utilizzate . Zucca, Carota nera, spinaci, rapa rossa: un mix generoso e allettante di colori e vitamine! Non ci credete? Pensate che per ottenere un kilo di farina di carote occorrono circa 100 kg di ortaggi. Una concentrazione di benessere davvero esplosiva!

Il nostro consiglio conclusivo? Inserire questi alimenti all’interno dei piani dieta Pesoforma, personalizzando così il tuo calendario dietetico per restare leggeri e in forma!

Redazione

Leave a reply

Facebook