Diete e benessere

Quando e come è meglio pesarsi?

Consigli per affrontare la bilancia con più serenità

quando pesarsi pesoforma

Quando si desidera perdere qualche chilo di troppo la bilancia può diventare un chiodo fisso e diventa forte la tentazione di pesarsi tutti i giorni. Niente di più sbagliato! Dal momento in cui il peso corporeo varia in funzione delle attività, dell’alimentazione, del ciclo ormonale e delle emozioni che si provano, esso cambia di giorno in giorno e anche all’interno della stessa giornata. Come fare allora per pesarsi in modo corretto? Scopriamolo insieme.

Quando pesarsi

Per monitorare in modo attendibile il proprio peso corporeo è consigliabile pesarsi una volta alla settimana, preferibilmente nello stesso giorno e alla stessa ora. Sempre al mattino, completamente a digiuno, indossando solo la biancheria intima. Inoltre, è meglio attendere una quindicina di minuti dopo essersi alzati, per dare tempo al nostro organismo di distribuire i liquidi ed eliminare le sostanze in eccesso.

Come pesarsi

Per ottenere una misurazione affidabile del proprio peso corporeo è fondamentale utilizzare ogni volta la stessa bilancia e questo perché ogni bilancia potrebbe essere impostata in modo leggermente diverso. La posizione da assumere quando ci si pesa ci vede con i piedi paralleli, per distribuire uniformemente il peso del corpo, con una posizione eretta. Vietato, dunque, muoversi durante la misurazione per sbirciare in anticipo il verdetto della bilancia, meglio attendere il termine della misurazione.

Quando non pesarsi

Esistono alcuni casi in cui è consigliabile non pesarsi. In particolare, è meglio non salire sulla bilancia quando:

  • L’intestino non lavora regolarmente: poiché la presenza di cibo e di liquidi nell’intestino influenza il peso corporeo.
  • Subito prima e durante il ciclo mestruale: in queste giornate si sperimenta un aumento dell’acqua presente nel corpo e si potrebbe pesare anche 2 kg di più.
  • Dopo un lungo viaggio: i voli che durano più di 10 ore potrebbero alterare temporaneamente la quantità di liquidi nel corpo.
  • Con climi rigidi: il corpo umano è stabile a temperature normali (20-25°C), mentre in presenza di temperature troppo alte o troppo basse la composizione corporea evidenzia notevoli cambiamenti.

Quando non pesarsi durante la dieta

È  preferibile non pesarsi dopo la doccia o dopo una sauna poiché la sudorazione potrebbe provocare modifiche temporanee della composizione corporea. Allo stesso modo, è consigliabile non pesarsi dopo un allenamento o un’attività fisica intensa poiché il livello di acido lattico presente in corpo potrebbe viziare la misurazione del peso. Infine, durante la dieta, è meglio evitare di pesarsi se si è cenato tardi o se il menù prevedeva alimenti particolarmente salati perché l’eccesso di sodio potrebbe far registrare un temporaneo aumento del peso.

Quale bilancia scegliere

In commercio esistono diversi tipi di bilance che rientrano, per lo più, in due categorie principali. Le bilance tradizionali, analogiche, con tara manuale e quelle elettroniche, più sofisticate. Queste ultime, oltre al peso corporeo, permettono spesso di misurare anche altri valori quali l’indice di massa corporea, la percentuale di acqua e la massa muscolare. Non esistono bilance migliori in assoluto, l’indicazione generale è quella di optare per la bilancia che vi permette di conoscere esattamente i valori di vostro interesse.

In forma con Pesoforma

Pesoforma ha formulato dei Piani dieta dimagranti indicati per uomini e donne che desiderano perdere peso acquisendo delle buone abitudini alimentari. Ricevi anche tu il tuo Piano dieta dimagrante firmato Pesoforma, fai il calcolo del BMI e segui i nostri consigli per raggiungere il tuo obiettivo.

Con Pesoforma, la bilancia diventa vostra amica. 🙂

 

 

 


Seguici su @pesoforma_officialpage