Diete e benessere

Zenzero, iperico e rodiola: ricarica di buon umore!

Il ritorno a lavoro e la ripresa della quotidianità incidono sul vostro stato d’animo? Alcuni estratti di piante ed erbe possono aiutarvi a ritrovare il buon umore, come zenzero, iperico e rodiola!

Capita di affrontare periodi particolarmente stressanti, come il ritorno a lavoro dopo le feste, oppure piccole situazioni della sfera privata che ci destabilizzano: tutto questo incide sul nostro buon umore, ma molto spesso è sufficiente guardare alla natura per trovare un valido alleato nel farci ritrovare un bel sorriso!

Zenzero, iperico e rodiola, ad esempio, possono darci una grande mano… 🙂

L’iperico, chiamato anche erba di San Giovanni, è noto per il suo effetto di stabilizzazione dell’umore. Agisce inibendo gli enzimi, particolarmente attivi nei periodo di eccessivo nervosismo, che disattivano la serotonina e la dopamina. Come sappiamo questi ultimi sono dei neurotrasmettitori direttamente coinvolti nel controllo del nostro umore, ed è importante mantenerne costanti i livelli: con l’iperico si potrà ottenere questo effetto, ma anche quello di migliorare il nostro riposo notturno, incidendo in secondo luogo sulla quantità di melatonina.

Lo zenzero, sempre più apprezzato in cucina anche nei paesi occidentali, è noto per le sue proprietà tonificanti e stimolanti dell’organismo. È un valido aiuto nel ricaricarci di energia, ma anche nell’incrementare il nostro stato di benessere generale…proprio tutto ciò che manca quando ci sentiamo un po’ giù! I benefici dello zenzero, infatti, pare che siano molteplici: ecco un interessante articolo su ambientebio.it, dove si spiega perché un bicchiere di acqua, limone e zenzero possa rientrare nella nostra routine quotidiana di salute 😉

La rodiola invece, è particolarmente indicata se abbiamo identificato la causa dei nostri sbalzi di umore nello stress: la radice di rodiola agisce proprio contro lo stress, sfruttando i principi attivi rosavinesalidroside e rosiridina, capaci, fra le altre cose, di attenuare la tachicardia che può insorgere nei momenti di particolare ansia. Agisce anch’essa come attivatrice dei livelli di serotonina ed è nota da sempre in Siberia, e nei paesi più freddi, come erba rigenerante, utile nel contrastare la stanchezza psico-fisica.

Come assumere questi aiuti naturali? Beh, bisogna innanzitutto rivolgersi al proprio erborista di fiducia e chiedere di questi rimedi fitoterapici: sarà lui stesso ad indicarvi quale formato fa al caso vostro specificandovi anche le dosi 😉

E voi, conoscete altri rimedi della natura contro il cattivo umore?


Seguici su @pesoforma_officialpage