side-area-logo
Dieta del monopiatto: piatto unico e bilanciato!

E se provassimo a seguire una dieta bilanciata che preveda dei monopiatti unici, completi e al tempo stesso leggeri? Ecco in cosa consiste!

DIETA-DEL-MONOPIATTO

Poco tempo, impegni familiari e lavorativi, o semplicemente pigrizia… Sono tanti i motivi per i quali non è facile seguire una dieta equilibrata con costanza. La preparazione dei piatti richiede tempo ed attenzione, misurando le calorie e gli ingredienti. È proprio partendo da questi presupposti che Pesoforma ha creato i propri Pasti Sostitutivi, barrette o bevande gustose quanto complete e bilanciate nei nutrienti essenziali, in grado di sostituire un pasto equilibratoe leggero anche se manca il tempo.

La dieta Pesoforma non è costituita però soltanto dai Pasti Sostitutivi, ma si segue in associazione alla classica alimentazione, prevedendo ad esempio spuntini a base di frutta o cene sfiziose da preparare ai fornelli… Sul nostro sito abbiamo da proporvi un calendario settimanale già pronto all’uso, ma se volete sperimentare qualcosa di diverso, vi parliamo di un tipo di dieta innovativo quanto efficace, che prevede piatti unici e non suddivisi in varie portate, e ugualmente compatibile con il programma dietetico Pesoforma!

Si chiama “monopiatto“, nato nel 2010 dalle linee guida di alimentazione sana negli Stati Uniti. Come dice la parola stessa consiste nel realizzare un’unica portata che includa tutti gli alimenti di cui abbiamo bisogno, rispettando ovviamente l’introito ipo-calorico e dei nutrienti essenziali!Una buona idea non solo per risparmiare tempo, ma anche per mettere alla prova la propria creatività in cucina.

Realizzare il monopiatto è semplice!

Il piatto unico dovrà essere composto da: 1/2 di verdure miste, 1/4 di cereali (sì anche alle varietà integrali con più fibre o gli pseudo-cereali come la quinoa) o di altri carboidrati come le patate, e 1/4 di cibi proteici, in particolare proteine vegetali come quelle dei legumi o del tofu, ad esempio, ma anche pesce ed in misura minore, uova.

Ovviamente facciamo attenzione alle dosi e all’introito calorico, che nel totale del piatto non deve superare le 500 Kcal!

Se volete subito mettervi alla prova, Cucina Naturale di settembre 2016 ha proposto un esempio di cena monopiatto e si tratta di una crema verde in tazza con burger e ortaggi alla griglia. Vi riportiamo anche le istruzioni per la preparazione:

Lessare per 15-20 minuti in pentola a pressione un misto d verdure, dunque frullarlo e cordirlo con poco sale, una spolverata di zenzero e un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva. Cuocere quindi alla piastra un burger vegetale assieme a verdurine miste (la ricetta originale prevede melanzana, zucchina e peperone, ma potete sostituirle con quelle che preferite o più stagionali). Disporre la crema in una ciotola e posizionala nel su di un piatto; accanto sistemare il burger e le verdure grigliate condendole in maniera semplice, con un pizzico di sale, un filo di olio e prezzemolo tritato. Servire con 40 gr. di pane integrale.

Vi sono venute altre idee per comporre una settimana di dieta costituita solo da mono-piatti? 😉

Pesoforma

Leave a reply

Facebook