side-area-logo
I cibi giusti per una pancia piatta!

Ecco cosa mangiare per sgonfiare l’addome e tonificare la pancia!

cibi-pancia-piatta

Avere la pancia piatta è un obiettivo comune, ma complici fattori differenti, tra i quali lo stress quotidiano e un’alimentazione sbagliata, non sempre riusciamo in questo intento. A volte può capitare che l’addome sia solamente gonfio o poco tonico, in altri casi invece può essere un accumulo di grassi.

Spesso, uno stile di vita frenetico, ci porta a mangiare in fretta e in modo poco equilibrato, così facendo però ingeriamo aria che gonfia lo stomaco e rallenta la digestione.

Ma non è il caso di scoraggiarsi: esistono numerosi cibi che possono aiutarvi ad ottenere un ventre piatto contribuendo così a farvi sentire più leggeri e scattanti, da inserire in un calendario dietetico per la durata di circa 3 o 4 settimane!

In fase di dieta volta ad ottenere una pancia piatta, sarebbe opportuno mangiare alimenti freschi, favorire frutta e verdura (alcuni tipi rispetto ad atri), preferire le proteine (in particolare di alcuni alimenti) ai carboidrati e aumentare l’assunzione di fibre per pulire la parete digestiva e agevolare il transito intestinale. Ma ecco nel dettaglio quelli che possono essere considerati “cibi ok” quando si vuole snellire o sgonfiare la pancia:

Ortaggi: finocchi, fagiolini, cetrioli, carote, bietole, melanzane, piselli, pomodori, spinaci, zenzero, zucca, zucchine.

Proteine: si consigliano quelle pesce, senza tralasciare le proteine nobili della carne bianca (di pollo o tacchino) frutti di mare, oppure le alternative come tofu e seitan.

Frutta fresca e secca: melone, kiwi, banana, mirtilli, fragole, ananas, pompelmo,  arance, limoni, nocciole, noci, pinoli, semi di zucca, semi di girasole, sesamo.

Cereali: quinoa, mais, amaranto, miglio, grano saraceno, farina d’avena, riso.

Dolci: cioccolato fondente, sciroppo d’acero, zucchero di canna.

Cosa è stato escluso da questo elenco? Tutti quegli alimenti che non riescono ad essere completamente assorbiti dall’intestino, perché contengono alcune sostanze quali fruttosio, sorbitolo e oligosaccaridi, ma anche lattosio: tutte molecole da mettere un attimo da parte quando l’obiettivo è ritrovare la pancia piatta. Ad esempio alcuni frutti, come albicocche, mango e avocado, alcuni ortaggi come le cipolle o il cavolfiore, e ovviamente i latticini (con una eccezione eventuale per quelli privi di lattosio).

Si tratta di un’esclusione momentanea, per le settimane di dieta prevista. Dopodiché potete reintrodurre a poco a poco tutti gli ortaggi e la frutta che preferite… Ovviamente il no categorico è a bevande alcoliche, nemiche di ogni tipologia di dieta 😉

Non dovete dimenticare alcune regole base: l’organismo va idratato a dovere, quindi per eliminare le tossine in eccesso, stimolare la digestione e ridurre il gonfiore è indispensabile assumere molta acqua (almeno 8 bicchieri al giorno) bevendo spesso e a piccoli sorsi. Se bere tanta acqua vi risulta difficile, potete aromatizzarla con succo di limone o zenzero, oppure potete aumentare l’assunzione di liquidi bevendo nel corso della giornata (meglio se verde) o gustose tisane; e poi, per ottenere risultati migliori, cercate di assumere una postura eretta (soprattutto da seduti), in modo che l’addome non si rilassi e abbinate all’attività fisica esercizi di respirazione per mantenere tonicità nell’alto e nel basso addome.

Per aiutarvi ad ottenere un pancia piatta in vista dell’estate, Pesoforma Nature ha ideato per voi l’integratore Pancia Piatta , il primo ed esclusivo integratore Pesoforma con enzimi digestivi ed estratti vegetali! 😉

Redazione

Leave a reply

Facebook